CheTipoDiVino

Tutte le ultime notizie sul mondo del vino

Tag Archive for anche

Vini Espresso | Fuori Rizzari-Gentili, dentro Paolini-Grignaffini. That’s all, folks

Di stampa in soccorso del vincitore in Italia non si è mai stufi e la notizia comparsa stamani sul Pignataro Wineblog tranquillizza molta più gente di quanta non ne scontenti. È ormai ufficiale l’avvicendamento al vertice della Guida Vini Espresso: “nonostante il consenso pressoché unanime nel 2.0, la guida non mai è riuscita ad ingranare in tutti questi anni”. Traduco in italiano corrente: piacere a quei quattro gatti che ricercano indipendenza di giudizio, autorevolezza critica e consigli scevri da ogni condizionamento non basta. Mettere insieme un dream team d’assaggio coi vari Pardini, Falcone, Gravina, Zanichelli ecc

Falzari e la biodinamica a Vinci, scoprire il genius loci

Il dilemma sulla biodinamica ormai è endemico nella cultura enoica mondiale e particolarmente sentito dalle nostre parti. In Italia ma anche in Toscana, da dove arrivano a getto continuo nuove proposte di vini ottenuti applicando questo metodo in vigna e in cantina. A volte si tratta di zone limitrofe, non altrimenti note per vini fortemente caratterizzati

Terroir d’Excellence a Merano: Borgogna e la gallina dalle uova d’oro

I Grand Jour di Bourgogne si avvicinano, e già si contano polemiche per quanto riguarda gli inviti a degustare: gli accrediti dei giornalisti elencano illustri esclusi, e la generale risistemazione degli ammessi fa tanto controriforma. Spazio ai nuovi mercati e ai danarosi nuovi acquirenti, meno appassionati e cultori della materia, e anche meno giornalisti che con passione e costanza frequentano la zona da decenni. I prezzi intanto salgono, ed è sempre più difficile fare affari.

Birraio dell’anno e un altro po’ di cose viste a Firenze

Che Birraio dell’Anno 2015 sia Fabio Brocca del Birrificio Lambrate di Milano probabilmente ormai lo sapete. Lo stesso vale per Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani di MC77, tra gli emergenti, bella realtà marchigiana del maceratese. Un premio (c’è anche il sito ) che è ormai giunto alla sua settima edizione e il cui intento, a leggere il regolamento, “è quello di valutare il lavoro complessivo e non la qualità di una singola birra, premiando così la bravura tecnica, la filosofia produttiva e, in definitiva, la capacità di emozionare di un birraio”

Anìs del Mono, il filo d’anice che unisce Darwin, Picasso e Donnie Brasco

Se Gianni Rodari aveva ragione e la favola è in ogni cosa, è vero anche che il tempo delle favole in fondo non finisce mai. Me ne hanno appena raccontata una, una favola con tutti i crismi: c’è l’animale, c’è il viaggio, c’è la leggenda, c’è la pozione magica, c’è l’arte, c’è la principessa e c’è il cattivo. Me l’ha raccontata una cara amica madrilena, che nel derby dell’Osborne tifa apertamente per la scimmia, a dispetto del toro.

La Nespresso del vino è precisamente ciò di cui non sentivamo il bisogno

È da ieri che mi interrogo sull’utilità di questa specie di macchina per il caffè che invece del caffè eroga vino, ma ancora non so darmi una risposta. L’aggeggio della Nespresso, per dire, trasforma il contenuto  di una cialda in un  George Clooney che beve un caffè , risultato per niente disprezzabile stando a quello che mi raccontano alcune amiche. Nella D-Vine , invece, si inserisce una fiala di vino e la macchina si limita a svitare il tappo e raffreddarlo (se bianco) o a ossigenarlo (se rosso)